Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2008 02 26 * Il Sole 24 Ore * Antonveneta-Bpi, Consorte restituisce al Fisco 12 milioni

Giovanni Consorte ha formalizzato stamattina, durante l'udienza preliminare del processo per la fallita scalata ad Antonveneta, di avere messo a disposizione dell'Agenzia delle Entrate i 12 milioni e mezzo di euro prodromici alla sua richiesta di patteggiamento. L'accordo raggiunto con la Procura di Milano prevedeva infatti una pena di 11 mesi di reclusione e la somma messa a disposizione dell'Agenzia delle Entrate.

Nel corso dell'udienza preliminare per la vicenda sul tentativo di scalata ad Antonveneta da parte della Banca Popolare Italiana (ex Popolare di Lodi) della gestione Fiorani sono state formalizzate sei richieste di patteggiamento. Nella stessa direzione si sta muovendo l' immobiliarista Danilo Coppola, che ha infatti avviato le trattative con la Procura per uscire dal processo concordando la pena. Oltre all'immobiliarista romano Stefano Ricucci che come già preannunciato ha concordato la pena a un anno di reclusione e la confisca di circa 29 milioni di euro frutto di plusvalenze, hanno chiesto il patteggiamento anche le sue due società, la Garlsson e la Magiste, indagate per la 231: secondo l'accordo verseranno poco meno di 300 mila euro ciascuna. Tra le altre persone che hanno chiesto di concordare la pena ci sono l'ex vicepresidente di Bpi Desiderio Zoncada, il commercialista Claudio Zulli e Giovanni Vismara, ex funzionario di Popolare Italiana. Bankitalia si è costituita parte civile (non per il reato di aggiotaggio).