Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

1989 10 24 * elezioni roma, droga - L'assessore e i malati di AIDS. La strana storia del consigliere Mazzocchi.

Roma, 24 ottobre -N.R.- L'Assessore uscente ai servizi sociali del Comune di Roma Antonio Mazzocchi, è il protagonista di uno spot elettorale che va in onda su molte reti televisive romane, così congegnato:

- il filmato è girato dentro Villa Glori dove, grazie all'iniziativa della Caritas, nove ragazzi malati di AIDS hanno trovato un tetto, assistenza sanitaria, conforto umano, possibilità di svolgere un lavoro;

- un giovane - ripreso di spalle - dice indicando la casa della comunità: "Mi chiamo Giovanni (è il nome di uno dei 9 ragazzi; n.r.d). Dei portatori di AIDS se ne parla molto e qualcuno ne parla soltanto, però se oggi qui vi sono dei giovani che possono fare un lavoro è perchè un uomo, l'assessore Antonio Mazzocchi, si è dedicato a loro con determinazione: non lasciamo interrotto il suo lavoro!"

A questo punto compare Mazzocchi che dice:" Sì, datemi la forza per continuare questo lavoro!"

Subito dopo la voce di uno speaker: "Al Comune di Roma, votate Democrazia Cristiana, vota Antonio Mazzocchi e vince la solidarietà."

Il combinato disposto di immagini e del parlato induce che guarda a pensare che il ragazzo di spalle (che non vuole quindi mostrare il suo volto) sia un malato di AIDS ospite di Villa Glori. Ebbene, questo non è vero, nessuno dei 9 ragazzi, si è prestato a girare lo spot per l'assessore democristiano. Anzi, due di loro - Paolo Sebastianelli e Luigi Greggi - nel corso di una trasmissione a Radio Radicale hanno detto che Mazzocchi, quel giorno, nemmeno è andato a salutarli.

Sulla spiacevole vicenda Maurizio Turco, tesoriere del CORA e Rita Bernardini redattrice di Radio Radicale, hanno dichiarato:

"Nessuno nega a Mazzocchi il fatto ch'egli abbia firmato la delibera che aiuta la generosa iniziativa della Caritas; perchè ricorrere allora a mezzi così subdoli e ingannevoli? Solo perchè siamo in campagna elettorale? A Mazzocchi diciamo che la Lista Antiproibizionista è felice di avere fra i suoi candidati proprio un ospite di Villa Glori, che si chiama Paolo Sebastianelli, che mostra il suo volto e si impegna in prima persona per i diritti di tutti i malati di AIDS".