Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

1999 11 06 * caso italia* Sull'abusivismo edilizio in Puglia

Regione Puglia - scaduta la proroga per l'approvazione del piano urbanistico tematico territoriale. Il Ministro Melandri usi i poteri sostitutivi. Si indaghi su sindaci, funzionari e magistrati che avrebbero dovuto prevenire e provvedere di fronte al dilagare dell'abusivismo edilizio.

"Dopo 14 anni la Regione Puglia non ha ancora approvato il Piano Urbanistico Tematico Territoriale (PUTT) ed il 30 ottobre è scaduta l'ennesima proroga.
Chiedo quindi al Ministro Melandri e al Governo di avvalersi SUBITO dei poteri sostitutivi perchÍ anche la Regione Puglia possa avere una regolamentazione dell'uso del territorio.
Sappiamo che il problema più grande che dovrà essere affrontato è quello delle case abusive esistenti. Il PUTT ,adottato ma non adoperato, prevedeva di risolvere i problemi delle case abusive esistenti con i PIRT ( Piani di intervento di recupero territoriale) che ne avrebbero addirittura consentito l'abbellimento.
Mi appello quindi al Ministro ed al Governo perchÍ nell'esercizio dei poteri sostitutivi, per quanto concerne le strutture abusive esistenti, pongano regole chiare e rigorose che possano essere rispettate. A partire però dal ripristino delle aree demaniali, di quelle tra le litoranee e il mare, di quelle nei pressi di luoghi di interesse storico, paesaggistico, archeologico e culturale.
Ma solo questo non è sufficiente.
Occorre un'indagine seria e coordinata su Sindaci, funzionari e magistrati che avrebbero potuto evitare lo scempio dell'abusivismo edilizio.
Ma questo, anche questo, era ed è compito della magistratura".