Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2000 09 26 * droghe - Il Vaticano la smetta di contribuire ad una politica criminale

"E' davvero un gran bene che la Chiesa cattolica non trascuri alcun problema della società.
Davvero positivo quindi che l'arcivescovo Luzano e don Sorce facciano sapere qual'è il pensiero della Chiesa anche in tema di droghe rispetto ai propri fedeli.
Purtroppo un precetto morale rischia di diventare una barzelletta se lo si vuole imporre come legge dello Stato. Arrivando cosi' davvero ad ideologizzare un problema che è problema dell'individuo cioè della sua coscienza e responsabilità ma - grazie alla proibizione - è dilagato sino a divenire problema dell'intera società, che mette a repentaglio la sicurezza, la sanità e sinanche l'economia e la democrazia.
La risposta non può che venire da una politica di governo ma sinora ha prevalso una politica moralistica con le conseguenze tragiche che ben conosciamo.
La legalizzazione, cioè la legge che regolamenta, è affare dello Stato.
La Chiesa detti pure le leggi per la salvezza dell'anima dei propri fedeli ma la smetta di contribuire a perpretare una politica criminale."