Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2001 03 09 * droghe * Da Svizzera lezioni di buonsenso.

"La decisione del governo svizzero di chiedere al Parlamento elvetico di pronunciarsi sulla depenalizzazione sul consumo della canapa indiana oltre che della culture e della vendita è importante e significativa dell'approccio non ideologico alla questione droga. Si parla, infatti di sostanze che non producono dipendenza e che, come ha ribadito anche il Ministro della Sanità Veronesi non hanno mai provocato malattie o tantomeno morti.

Il Governo italiano di centrosinistra non ha saputo compiere un solo passo in questa direzione bloccato dai veti clericali e proibizionisti interni alla sua maggioranza, ha ceduto anche su questo terreno la leadership all'azione repressiva ed intollerante della coalizione di centrodestra.

Mentre gli Svizzeri decidono saggiamente di tenere le distanze dall'euroburocrazia Prodiana, l'impegno dei Radicali per la prossima legislatura è quello di non lasciare, su molte questioni tra cui la droga, l'Italia fuori dalla Svizzera".