Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2002-07-25_giustizia

GIUSTIZIA
41bis CARCERE DI PARMA : FUOR DI BATTUTA INVOCHIAMO PROTEZIONE EUROPEA RICONOSCIUTA AGLI ANIMALI

Roma, 25 luglio 2002 - Maurizio Turco (Presidente dei deputati radicali al Parlamento europeo) e Sergio D'Elia (Segretario di Nessuno Tocchi Caino), membri della direzione di Radicali Italiani, a seguito della visita effettuata ieri ai detenuti ristretti ai sensi dell'articolo 41bis nel carcere di Parma, hanno dichiarato:
"Oltre alla carenza cronica di personale (comune a tutti gli istituti) a Parma sono stati smobilitati i circa 30 uomini dei GOM (il gruppo speciale - ed altamente professionale - della Polizia Penitenziaria addetta ai detenuti in 41bis). Questo obbliga il personale della Polizia Penitenziaria, già carente, a dei turni massacranti che non contribuiscono di certo al buon funzionamento dei rapporti con i detenuti. Per non parlare di cosa abbiamo visto nel Centro Diagnostico Terapeutico che non esitiamo a definire un lager dove, i detenuti in 41bis sono abbandonati a se stessi e ridotti a larve umane senza piantone ed una assistenza medica adeguata. Particolarmente grave il caso di un paraplegico abbandonato nel suo letto che per i suoi pi· elementari bisogni fisiologici deve contare sul buon cuore dell'agente di Polizia penitenziaria di turno. Non è una battuta : per i detenuti ristretti nel carcere di Parma in regime di 41bis invochiamo il rispetto di almeno quei diritti riconosciuti dalle norme europee relative al trattamento degli animali."
Dopo la visita effettuata già in otto penitenziari dove esistono sezioni di detenuti sottoposti in 41bis, ed averne censiti oltre 500, oggi Maurizio Turco e Sergio D'Elia effettueranno una visita nelle carceri di Viterbo e Terni.