Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2002-08-22_fondi_strut

FONDI STRUTTURALI
TRA IL 1989 E IL 1993 L'ITALIA HA ABBANDONATO 183 MILIONI DI EURO A BRUXELLES

Bruxelles, 22 agosto 2002 - Dichiarazione di Maurizio Turco, Presidente dei Deputati radicali al Parlamento europeo, relatore sui Fondi strutturali, sul Fondo di coesione e sullo strumento strutturale di preadesione (ISPA) 2000 :

"Da una risposta fornita dalla Commissione Europea a una mia interrogazione parlamentare si evince che l'Italia ha ancora aperti programmi, progetti ed altri interventi a titolo dei Fondi strutturali relativi al periodo 1989-1993 per un importo complessivo di 183,01 milioni di euro, pari al 49% del totale dei paesi europei. Ed anche per il periodo di programmazione in corso i problemi da risolvere per un utilizzo rapido e soprattutto efficace dei fondi europei sono moltissimi. C'è poco da commentare. Forse non sarebbe male prendere esempio dalla Spagna, un paese che sebbene sia entrato nell'Unione molto dopo l'Italia, ed ha molto meno esperienza nell'utilizzo dei Fondi strutturali, rappresenta l'eccellenza per quanto concerne quantità e qualità della spesa."