2003-05-09_ambiente

AMBIENTE
DOPO LA DENUNCIA RADICALE SCATTA LA PROCEDURA DI INFRAZIONE DELLA DIRETTIVA RIFIUTI. BENE LA REAZIONE DELLA COMMISSIONE MA IL MONITORAGGIO DELLA LEGALITA' COMUNITARIA LASCIA A DESIDERARE.

Bruxelles, 9 maggio 2002 - A seguito della denuncia presentata da Maurizio Turco, Presidente dei deputati radicali, alla Commissione Europea per violazione della direttiva sui rifiuti da parte dell'Italia, la Commissaria all'Ambiente Margot Wallstrom ha comunicato a Turco che ha aperto d'ufficio la procedura ed ha già inviato alle Autorità italiane una richiesta di informazioni in merito alle questioni denunciate.

A questo proposito Maurizio Turco ha dichiarato che "i tempi straordinari di reazione della Commissaria Wallstrom sono il segno della grande attenzione che lei e la Direzione Generale dell'Ambiente hanno per il rispetto della legalità comunitaria. Resta ancora un problema di fondo, legato non solo alle questioni ambientali, che ' quello del monitoraggio del rispetto della legalità comunitaria. Vale per l'ambiente, vale per il rispetto dei diritti umani nei paesi membri dell'Unione, vale per le clausole condizionate al rispetto della democrazia e dei diritti umani inserite negli accordi con i paesi terzi, la stragrande maggioranza dei quali ' governata da regimi dittatoriali ed antidemocratici."