2003-05-17_carceri_sicilia

CARCERI SICILIA
IL PRESIDENTE DEI DEPUTATI RADICALI AL PARLAMENTO EUROPEO INIZIA UN DIGIUNO DI DIALOGO CON IL PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIANA PER LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI SANITARI NELLE CARCERI DELL'ISOLA

Bruxelles, 17 maggio 2003 - Dalla mezzanotte di oggi Maurizio Turco, Presidente dei deputati radicali al Parlamento europeo, inizia un digiuno di dialogo con l'On. Salvatore Cuffaro, Presidente della Regione Sicilia perché sia assicurato in tempi certi la soluzione del problema sanitario nelle carceri siciliane. Nella lettera al Presidente Cuffaro, Maurizio Turco scrive che "l'emergenza sanitaria nelle carceri, e in quelle siciliane in particolare, ha raggiunto livelli di inciviltà non più sopportabili." Nel ricordare che la popolazione penitenziaria residente in Sicilia è detenuta in "26 Istituti di pena con una capienza regolamentare di 4.264 detenuti che, al 31 dicembre 2002, ne ospitavano 5.935, di cui 5.167 cittadini che in libertà erano residenti in Sicilia e, quindi, la cui assistenza sanitaria era già a carico della Regione Sicilia. Siamo quindi di fronte ad una dimensione del problema compatibile non solo con le finanze regionali ma anche con le strutture sanitarie territoriali." Turco, nel ritenere che "solo con uno sforzo, straordinario quanto urgente, è possibile rispettare non solo la Costituzione ma le stesse leggi.", chiede al Presidente Cuffaro di predisporre in 10 giorni uno scadenzario per l'attuazione degli atti necessari a:
- integrare il Servizio Sanitario Nazionale con il Servizio Sanitario Penitenziario;
- assicurare la gratuità dei farmaci;
- derogare alle normative vigenti, in ragione di un oggettivo stato di necessitˆ, per consentire al personale infermieristico che opera presso gli ospedali di prestare la propria opera presso i penitenziari; e, nel contempo, di accertareo se è garantito e, in caso contrario, garantire da subito che:
- il personale sanitario dei penitenziari disponga del ricettario regionale per l'acquisto di farmaci in urgenza;
- i farmaci interferonici e antiretrovirali siano disponibili gratuitamente; - sia applicata anche ai detenuti la copertura farmaceutica per il periodo immediatamente successivo alla dimissione dal ricovero ospedaliero regolamentata con Circolare 25 settembre 2002, n. 1095 dell'Assessore alla Sanità.
Maurizio Turco ha deciso di accompagnare questa richiesta "con un digiuno di dialogo affinché il passare delle ore sia scandito da una iniziativa che vuole essere di amicizia e fiducia nel fatto che Lei prenderà in tempi certi le misure necessarie a superare di slancio questa situazione insopportabile, per i detenuti, le Direzioni e gli agenti della Polizia Penitenziaria. Insopportabile per le istituzioni."