Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2010 05 18 * Afghanistan * Blindato freccia, chi l'ha visto?

Dichiarazione di Maurizio Turco, deputato Radicale-Pd

Fin dal 15 luglio 2009 il Ministro della difesa La Russa, all'indomani della tragica e prevedibile morte di un militare dell'esercito impiegato come mitragliere in ralla su un mezzo «Lince» nella zona di guerra dell'Afghanistan, affermava nelle aule di Camera e Senato e su molte testate giornalistiche che i veicoli tattici leggeri multiruolo «Lince» sarebbero stati sostituiti con i più adeguati «Veicolo blindato medio 8x8 Freccia».

I 54 mezzi di cui il Ministro aveva annunciato la disponibilità fanno parte di un primo lotto del programma di acquisizioni per 249 unità - 172 combat, 36 commando anticarro, 20 posto comando e 21 porta mortaio -, il secondo lotto in finanziamento è di 109 unità ed il terzo di 86. La prima fase di acquisizione, per 49 unità, è finanziata per 310 milioni di euro dal Ministero dello sviluppo economico (MSE), in base a una convenzione tra il Ministero della difesa ed il Ministero dell'economia e delle finanze, sulla base dell'articolo 1, comma 95, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006).

Le fasi successive avranno un valore di 1.230 milioni di euro. Il costo totale di 1.540 milioni di euro dovrebbe essere ripartito su più esercizi finanziari, dal 2006 al 2014, come segue secondo il programma originale indicato dai documenti del Parlamento: nel 2006, 6 milioni di euro; nel 2007, 50 milioni di euro; nel 2008, 120 milioni di euro; nel 2009, 220 milioni di euro; nel 2010, 260 milioni di euro; nel 2011, 280 milioni di euro; nel 2012, 280 milioni di euro; nel 2013, 260 milioni di euro; nel 2014, 64 milioni di euro.

Le cifre sono indicative, per la prima tranche finanziata con fondi del Ministero dello sviluppo economico non è nota la spesa sui singoli esercizi finanziari.

Insomma, sono stati spesi moltissimi soldi per non concludere assolutamente nulla! Sono trascorsi più di dieci mesi da quando La Russa ha annunciato l’impiego dei Freccia in Afghanistan eppure questi mezzi sono ancora un miraggio e non sappiamo fino a quando lo saranno. Intanto siamo costretti ad assistere ai suoi annunci, mentre i nostri militari continuano a morire.