Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2011 04 18 * Elezioni anticipate, Turco: ultima risorsa per il regime di satrapi papponi e micro cricche che trovano il punto di equilibrio nell’attuale legge elettorale

"A 64 anni dall’entrata in vigore della Costituzione per la prima volta il Parlamento inizia a discutere per dare esecuzione all’articolo 49 sulla democrazia interna ai partiti. Dovrebbe essere occasione per tutti di accelerare il dibattito su questo e sulla riforma elettorale.
E invece, puntualmente, si torna a parlare di elezioni anticipate, dando per scontato che ci si vada con l’attuale legge elettorale.
E’ lampante che satrapi, papponi o micro cricche - cioè coloro che nominano i parlamentari - hanno tutto l’interesse a mantenersi in vita e per farlo non c’è nulla di meglio dell’attuale legge elettorale e della possibilità di chiamare partiti dei postriboli.
E saranno proprio satrapi, papponi e micro cricche, il solito pugno di persone, a decidere unilateralmente se far proseguire la legislatura o meno.
Tutto si tiene.
Andare alle elezioni anticipate, con urgenza, non consentirà né di democratizzare i partiti né le elezioni (dalla raccolta delle firme alla scelta degli eletti) ma di ingessare definitivamente il regime che si ritrova attorno a un pugno di satrapi, papponi e micro cricche."