Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2011 06 16 * Tanzi - Turco: esito preannunciato e scontato in uno stato delinquente

"Al netto della vicenda processuale, non era necessario essere dotati di una palla di vetro e poteri paranormali per capire che la vicenda Tanzi sarebbe finita così come finirà.
Voglio ringraziare Paolo Berizzi di Repubblica che è stato l'unico a chiedermi conto della visita che feci - anche a Tanzi -e che mi ha consentito di preannunciare quanto sarebbe accaduto.
Purtroppo il Presidente Cossiga se n'è andato e con lui il suo coraggio e il suo senso dell'amicizia che lo portò a visitare Tanzi a San Vittore.
Oggi sono rimasti i radicali a vedere le condizioni in cui lui e gli altri sono costretti. Tanzi non era nella peggiore delle situazioni, sia di detenzione che sanitarie, e questa la dice lunga e spiega morti apparentemente naturali e suicidi.
Il tutto è semplicemente vergognoso!
Nel mentre Marco Pannella è intanto giunto a quasi due mesi di sciopero della fame ed ha preannunciato uno sciopero della sete, ancora una volta ricordiamo il Presidente Cossiga, già molto provato, voler partecipare alla Marcia per l'Amnistia. Amnistia quale atto dovuto di governo e di giustizia in una situazione in cui lo Stato è un delinquente abituale che viola le proprie stesse leggi."