Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2012 01 23 * Milleproroghe - Turco: no a condono multe manifesti abusivi. Serve una inchiesta sui profitti di regime

Non ci sarà vera riforma elettorale senza l'applicazione - da quasi 65 anni - dell'articolo 49 della costituzione sulla democrazia interna ai partiti e del 39, su quella interna ai sindacati.

Dichiarazione di Maurizio Turco, deputato Radicale:

"Il condono delle multe ai partiti per le affissioni abusive e la riapertura dei termini per chiedere i rimborsi elettorali per le elezioni regionali del Molise sono due piccolissime, quasi invisibili, puntine dell'iceberg partitocratico rispetto alle quali, comunque, abbiamo presentato due emendamenti abrogativi.
Sarebbe però necessaria una inchiesta sui profitti di regime. Fondi neri a parte ci sono quelli conquistati a colpi di leggi anticostituzionali, di illegalità legalizzate, dell'incertezza del diritto assicurata per via legislativa, della violazione tout court della legge e della legalità nazionale ed internazionale.
A partire dal debito pubblico frutto non già di spese per investimenti ma di sottrazione di risorse al paese per interessi personali e/o di partito. Per non parlare del finanziamento pubblico ai partiti, abrogato da un referendum radicale, riesumato attraverso i "rimborsi" - forfettari - elettorali ai partiti i cui bilanci sono certificati ma non controllati, con il risultato che cifre considerevoli partono per la Tanzania e altre su conti correnti di associazioni para personali o direttamente personali attraverso contributi - da non documentare - per spese elettorali.
E comunque saremmo pur sempre, al massimo e se va bene, a scoprire la punta dell'iceberg di un regime famelico.
Regime che è fondato sulla violazione diretta o indiretta, cioè attraverso la non applicazione, di dettami costituzionali. Quali, per dirne due, gli articoli 49 e 39 della costituzione, quelli sulla democrazia interna ai partiti e ai sindacati. E senza democrazia interna ai partiti non ci sarà mai vera riforma elettorale, reale restituzione ai cittadini del potere di scegliere i propri rappresentanti."