Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2012 11 09 * Legge Elettorale - Non è la percentuale ma il cambiamento della legge che contribuisce al disfacimento della democrazia. L'informazione l'ha ignorato sino ad oggi e il garante della Costituzione che fa? Istiga al limite dello stalking

Dichiarazione di Maurizio Turco, deputato Radicale:

"Dalla mezzanotte del 18 settembre sono in sciopero della fame per il rispetto un principio cardine per il CONSOLIDAMENTO della democrazia: non cambiare le leggi elettorali a meno di un anno dalla scadenza elettorale. Cinquanta giorni di sciopero della fame io e oltre 100 giorni, sebbene con l'obiettivo contrario, Roberto Giachetti: giorni, settimane, mesi accompagnati da un religioso silenzio. Assordante. C'è voluto Grillo per risvegliare dal tepore autunnale i giornalisti e pubblicare come un qualcosa di sensazionale quello che andiamo volantinando da tempo.
In tutto questo si continua a non tenere in debita considerazione il garante della Costituzione che da mesi istiga al cambiamento della legge elettorale senza che abbia mai detto perché bisogna comunque farlo nonostante quanto prescritto dal Consiglio d'Europa.
E non può dirlo senza aggiungere che dal 2006 solo in questi ultimi mesi, cioè quando non andrebbe fatto, ha cominciato ad farlo. Al limite dell'istigazione che sfocia nello stalking."