Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2013 07 10 * Pedofilia clericale - L'ONU chiede conto alla Santa Sede delle violenze e della violazione della convenzione dei diritti del fanciullo. Sarà bene chiudere con il passato ammettendo ciò che è accaduto prima che scoppi una guerra di (e alla) religione

L'ONU CHIEDE CONTO ALLA SANTA SEDE DELLE VIOLENZE E DELLA VIOLAZIONE DELLA CONVENZIONE ONU DEI DIRITTI DEL FANCIULLO. SARA' BENE CHIUDERE CON IL PASSATO AMMETTENDO QUELLO CHE E' ACCADUTO PRIMA CHE SCOPPI UNA GUERRA DI (E ALLA) RELIGIONE.

Dichiarazione di Maurizio Turco, già deputato radicale:

L'ONU, con il ritardo che gli è proprio, ha chiesto alla Santa Sede conto delle violenze sessuali su minori commesse da membri del clero.
Si tratta di comprendere se la Santa sede abbia fatto tutto quello che gli era possibile o se, per tutelare l'istituzione, abbia invece coperto le violenze.
Avendo sollevato la questione in tempi non sospetti e avendolo fatto in punta di diritto e non di pregiudizio, credo che oggi si sia pressoché fuori tempo massimo perché la Santa sede si spieghi pubblicamente. Papa Benedetto XVI, per come si sono svolti i fatti, ritengo abbia fatto il possibile per circoscrivere le responsabilità della Santa Sede e dei vertici della Chiesa cattolica e delle Conferenze episcopali ma ciò non è stato, non è e non sarà sufficiente a sostenere che è stato fatto tutto quanto andava fatto per ammettere responsabilità e prevenire il ripetersi dei fatti.
Si tratta solo di capire se vi sono margini per una interlocuzione che punti ad accertare subito la verità e non che per conquistarla si arrivi ad una guerra di (e alla) religione. Partendo, per esempio, dal sollecitare la Conferenza episcopale italiana perché promuova una commissione di inchiesta indipendente sulla falsariga di quelle promosse in America, Belgio, Irlanda..."