Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

1993 07 12 * XI legislatura * Camera, Interrogazione a risposta scritta - senza risposta * VITO Elio - Federalista europeo-Radicali

Legislatura: XI

Ramo: Camera

Tipo Atto: INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Numero atto: 4/16236

Data presentazione: 12-07-1993

Seduta di presentazione: 215

PRESENTATORE : VITO Elio, BONINO Emma, CICCIOMESSERE Roberto, PANNELLA Marco, RAPAGNA' Pio, TARADASH Marco FEDER.EUROPEO PR (FED-EUR)

STATO ITER : Iter in corso

DESTINATARI : MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA 12-07-1993

Testo dell'Atto

Al Ministro di grazia e giustizia.

- Per sapere

- premesso che:

nel carcere dell'Asinara, secondo quanto ci viene segnalato dai detenuti, si verificherebbero le seguenti situazioni:

a) i detenuti poiché mancano i fondi, secondo quanto ha dichiarato la direzione, saranno costretti a comprarsi da soli tutto l'occorrente per l'igiene delle celle;

b) nelle celle, che sono delle vere caverne dove i detenuti sono chiusi per 22 ore al giorno, la luce viene accesa solo dalle ore 19;

c) i detenuti non possono acquistare quasi nulla come sopravvitto mentre quello che viene passato è di qualità scadente oltre che in minima quantità;

a tutto ciò si aggiungono le difficoltà create con l'applicazione dell'articolo 41-bis per cui i detenuti possono, quando ne hanno le possibilità economiche, vedere i propri familiari una volta al mese soltanto per un'ora e con i vetri divisori -: se corrisponda al vero quanto sopra segnalato e cosa si intenda fare affinché siano rispettati i diritti della popolazione detenuta;

se non creda, anche per evitare ulteriori situazioni di tensione all'interno delle carceri, sia necessario ristabilire una situazione di normalità non rinnovando l'applicazione dell'articolo 41-bis e permettendo ai detenuti di riavvicinarsi alle proprie famiglie.

(4-16236)