Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

1998 07 09* Camera, interpellanza commissione - Alessio BUTTI, Alleanza Nazionale

Legislatura: XIII
Ramo: Camera
Tipo Atto: INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE
Numero atto: 5/04840
Data presentazione: 09-07-1998
Seduta di presentazione: 388
Presentatore: BUTTI Alessio ALL.NAZIONALE (AN)
Cofirmatari: FOTI Tommaso ALL.NAZIONALE (AN) 
DELMASTRO DELLE VEDOVE Sandro ALL.NAZIONALE (AN)
Stato Iter: Iter in corso
Destinatari: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO 09-07-1998
Interlocutorie: da PRES. CONSIGLIO a SOLIDARIETA' SOC il 22/07/98 tramite lettera

Al Presidente del Consiglio dei ministri.
- Per sapere
- premesso che: 
il sociologo Arlacchi ha organizzato a New York, presso la sede dell'Onu, una conferenza dei capi di Stato e di governo illustrando un piano per la riconversione delle colture di sostanze stupefacenti (del papavero e della foglia di coca): in sostanza grazie a forti investimenti di tutti gli stati, specie i più ricchi si dovrebbe riuscire ad indurre tutti coloro che producono sostanze dalle quali si ricavano droghe, a riconvertire le colture passando alla coltivazione di caffè, mais, grano, ortaggi; 
la proposta di Arlacchi, a nostro giudizio, dimostrerà che nel mondo vi è la buona volontà - da parte di molti Stati - di combattere la diffusione degli stupefacenti;
a contrastare la proposta di Arlacchi - seminando dubbi e fornendo proposte alternative - presso l'Onu sono stati, incredibilmente, i rappresentanti del Governo italiano;
il Governo italiano s'è detto dubbioso perché nella maggioranza che lo sostiene prevalgono gli antiproibizionisti: molti addirittura occhieggiano alla incosciente e per molti versi criminale, "droga libera" 
-: quale sia stato il contributo offerto dal Governo italiano all'importante conferenza di New York e chi sia stato incaricato di prendervi parte fisicamente in sua rappresentanza;
se gli antiproibizionisti presenti nel Governo e nella maggioranza abbiano tanto e tale potere da condizionare la politica di un Governo, guidato da un sedicente cattolico, in materia di depenalizzazione e liberalizzazione delle droghe.

(5-04840)