Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2001 01 30 * Senato, interpellanza scritta - Pietro MILIO, Lista Pannella

Legislatura: XIII
Ramo: Senato
Tipo Atto: INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA
Numero atto: 4/21985
Data presentazione: 30-01-2001
Seduta di presentazione: 1010
Presentatore: MILIO Pietro, Lista Pannella (gruppo MISTO)
Stato Iter: Iter concluso
Destinatari: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO 30-01-2001
Interlocutorie: da PRES. CONSIGLIO a ESTERI il 07/02/21 tramite lettera
Fasi Iter: RISPOSTA DEL GOVERNO, 17-04-2001
ITER: CONCLUSO IL 07-05-2001
RISPOSTA GOVERNO: INTINI Ugo, ESTERI, 17-04-2001

Al Presidente del Consiglio dei ministri.

Premesso che:

il 4 dicembre 2000 il signor Michael Von de Schulenburg scriveva all'ex senatore Giuseppe Arlacchi direttore dell"UNODCCP per comunicargli le sue dimissioni da Direttore della divisione Operazioni ed Analisi dell"UNODCCP;

le dimissioni del signor Michael Von de Schulenburg erano motivate attraverso una lettera di 8 pagine e un allegato esplicativo di 12 pagine (disponibili sul sito www.radicalparty.org) in cui criticava dettagliatamente l'operato del professor Arlacchi tanto che, agli inizi di dicembre 2000, i diplomatici presso le Nazioni Unite delle ambasciate tedesca, inglese, americana, francese e olandese discussero a Vienna con Arlacchi il contenuto di detta lettera;

in tre anni sono 7 i direttori che si sono dimessi dall'UNODCCP;

i governi di Francia e Germania si sono rifiutati di presentare il "World Drug Report 2000";

a tale proposito si sono avvicendati tre coordinatori, il secondo dei quali, Francisco Thoumi, si è dimesso nell'agosto 2000 perché Arlacchi avrebbe censurato una parte delle analisi prodotte, quella relativa alle politiche sulle droghe dei vari Stati membri dell"ONU, al fine di esagerare i risultati;

il "World Drug Report 2000" avrebbe dovuto essere presentato dall"UNODCCP nell"estate del 1999 con dati e statistiche relative al biennio 97-98. Il documento presentato lunedì 22 contiene quindi informazioni già ampiamente datate e non consente un'efficace valutazione dei programmi lanciati dall"Agenzia di Vienna negli a seguito della Sessione Speciale dell"Assemblea Generale sulle droghe del giugno 1998;

critiche alla gestione Arlacchi sono state inoltre espresse da Jean-Fraïois Thony, magistrato francese e da Tony White, ex dirigente di Scotland Yard, già capo dell"UNDCP per l"applicazione della legge;

a seguito di queste ultime il governo inglese ha messo in dubbio la prosecuzione dei finanziamenti all"UNODCCP;

parte rilevante dei programmi dell'UNODCCP viene portata avanti in paesi non democratici e in patente violazione dei diritti umani, come Afghanistan, Birmania, Laos e Vietnam e che non esiste documentazione circa i contraenti di detti programmi, si chiede di sapere: l'importo dei singoli contributi versati direttamente dal Governo italiano e la quota italiana dei finanziamenti europei allocati all"UNODCCP o azioni-programmi da questa promosse o alle quali ha partecipato e a quale titolo detti contributi siano stati elargiti;

quali azioni siano state messe in atto da parte del Governo italiano per controllare che i contributi fossero utilizzati correttamente e ai fini per i quali erano stati elargiti;

se il Governo non ritenga di:

a) congelare tutte le richieste di finanziamento provenienti dall'UNODCCP e tutti i finanziamenti eventualmente già accordati ma non ancora versati;

b) incaricare i servizi competenti di svolgere una indagine approfondita sull'utilizzo dei fondi erogati durante la gestione Arlacchi;

c) chiedere spiegazioni al professor Arlacchi circa i capitoli relativi alle politiche in materia di droga che sono stati esclusi dalla versione finale del "World Drug Report 2000" essendo l'Italia il solo paese ad aver iniziato un processo di decriminalizzazione del consumo dei derivati della cannabis tramite consultazione referendaria nel 1993;

d) acquisire tutta la documentazione necessaria relativamente al coinvolgimento dell"UNODCCP in Afghanistan, Birmania, Laos e Vietnam con particolare attenzione alla spiegazione della selezione dei partner governativi e non, all"entità dei progetti lanciati negli ultimi quattro anni, all"ammontare di quelli effettivamente portati a termine e di quelli previsti per il prossimo biennio.

Infine si chiede di sapere se il Governo italiano abbia intenzione di confermare il mandato al professor Arlacchi alla scadenza prevista tra pochi mesi.

(4-21985)