Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2001 01 29 * lettera di Arlacchi al Presidente della Commissione europea

IL DIRETTORE GENERALE

29 gennaio 2001

Egregio Presidente,

E da più di tre anni che il difficile lavoro portato avanti dall'ODCCP nel combattare il mercato delle sostanze illeciti e del crimine organizzato ha condotto a un numero significativo di successi.

La strategia adottata alla Sessione Speciale dell'Assemblea Generale sulle droghe nel 1998 stà oggi dimostrando dei buoni risultati sulla diminuzione dell'offerta globale e della domanda di sostanze illecite. Infatti, questi risultati verranno esaminati, per la prima volta, nella sessione di Marzo dal nostro organo dirigente che stabilirà quali sono stati i progressi fatti dai diversi paesi rispetto agli obbiettivi stabiliti nel 1998. Inoltre, siamo totalmente d'accordo con l'approccio globale e multi-disciplinare proposto nel Piano di Azione Droghe 2000-2004 dell'Unione Europea.

Nello stesso modo, le negoziazioni svolte in meno di due anni sulla Convenzione ONU contro il crimine organizzato transnazionale e la sua sottoscrizione a Palermo da parte di 124 Stati sono la dimostrazione del forte impegno politico dei governi signatari e della loro opinione positiva rispetto al lavoro dell'ODCCP. La fiducia degli Stati Membri è evidenziata da un aumento dei loro contributi.

Al tempo stesso mi rincresce notare che lei ha recentemente ricevuto una lettera (a seguito di articoli su giornali che probabilmente ha notato) da parte di un Deputato Europeo che, utilizzando un dossier interno diffuso da qualche membro del mio staff, ha voluto discreditare l'attività dell'ODCCP e la mia persona.

Si tratta di un azione ingiusta contro il lavoro svolto dall'agenzia che presiedo, e vorrei rassicurarla del fatto che queste illazioni sono prive di fondamento. Per distogliere, comunque, ogni dubbio, ho, in ogni caso, chiesto all'ufficio dei controlli interni dell'ONU di analizzare tutto il materiale e sono a sua disposizione per qualsiasi informazione supplementare.

Distinti saluti,

Pino Arlacchi

 

Mr Romano Prodi
Presidente
Commissione Europea
Rue de la Loi 200
B-1049 Brussels

p.c.: Membri della Commissione Europea
Membri del Parlamento europeo