Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2001 05 25 * Panorama * I segreti di spiolandia. Intrighi, complotti e insuccessi della fabbrica di agenti più grande del pianeta * Marco De Martino

ATTUALITÀ - RIVELAZIONI - I MISTERI SVELATI DELLA NSA

I segreti di spiolandia. Intrighi, complotti e insuccessi della fabbrica di agenti più grande del pianeta

Ci lavorano in 38 mila, spendono 15 mila miliardi di lire all'anno e con i documenti che distruggono producono milioni di scatole di cartone per la pizza. Viaggio all'interno del posto più oscuro d'America: l'agenzia per la sicurezza nazionale.


di Marco De Martino


quartier_generale

Il quartier generale della Nsa a Fort Meade, nello stato del Maryland.
elaborazione di guido rosa

Hanno fatto il loro dovere in silenzioí dice la lapide dedicata ai caduti che accoglie i pochi che riescono a entrare a Crypto City, la città dei segreti, 60 palazzi circondati da filo spinato e boschi di acero tra Washington e Baltimora. Se invece di essere ignorata da tutte le mappe fosse una città vera, sarebbe la seconda più grande dello stato del Maryland. Se fosse un'azienda, sarebbe tra le prime cento negli Stati Uniti grazie a un budget annuale di 15 mila miliardi di lire. Poiché si tratta invece della più potente agenzia di spionaggio del pianeta, più grande della Cia e dell'Fbi messi assieme, neanche l'uscita dell'autostrada segnala il quartier generale della National security agency.

Ogni giorno 38 mila addetti, vincolati a non rivelare neppure ai loro figli di cosa si occupano, parcheggiano le loro macchine attorno a due edifici neri che nascondono due bunker a prova di qualsiasi intercettazione. Dentro lavorano spie che portano titoli astrusi come Ìresponsabile dell'anonimatoí. O che confezionano newsletter che sotto la testata hanno un'avvertenza: ÌDistruggere dopo la letturaí. C'è chi prepara i notiziari della Din, la rete televisiva interna, che regolarmente batte la Cnn con immagini via satellite che in sovrimpressione portano il grado di riservatezza: Secret, Top Secret, Umbra. E c'è chi si occupa della rete Intelink, l'Internet della Nsa, che ha anche una sua marina, una sua flotta aerea, una sua rete di satelliti.

Ma soprattutto lavora qui la più alta concentrazione di linguisti e matematici del mondo, circa 600, che hanno a disposizione computer quantistici capaci di analizzare 1 milione di miliardi di miliardi di operazioni al secondo. Il loro compito è decifrare i milioni di messaggi sospetti catturati ogni giorno da sistemi di sorveglianza globale come Echelon che analizza fax, e-mail e telefonate indirizzati in tutto il mondo, Italia compresa, attraverso una rete di intercettazioni che si estende dal Polo Nord all'Australia. Quello che non serve viene mandato all'impianto di riciclaggio interno che ogni anno trasforma 11 milioni di chili di documenti segreti in scatole di cartone per la pizza da asporto. La Nsa le rivende: 120 milioni di dollari il fatturato l'anno passato.

Finora i misteri della Nsa erano riservati ai senatori americani che le spie amano accogliere sempre con una nuova chicca: tra le ultime, la registrazione delle telefonate criptate tra il terrorista Bin Laden nascosto in Afghanistan e sua madre in Arabia Saudita. Ma ora a rivelare tutti i misteri di Crypto City è arrivato un nuovo saggio dal titolo Body of secrets (Doubleday), frutto del lavoro ventennale del giornalista investigativo James Bamford. Vent'anni fa le sue domande lo portarono sull'orlo della prigione: l'amministrazione Reagan gli chiese di restituire tutti i documenti che aveva ottenuto per il suo primo libro, The puzzle palace.
Ora invece a chiedere a Bamford di visitare per primo la città segreta dell'Nsa è stato il direttore stesso dell'agenzia Michael Hayden, inorridito da come Hollywood dipinge la Nsa in film come Nemico pubblico: ÌCi sono molti miti da sfatare: per esempio, io non ho trovato alcuna prova del fatto che Echelon si occupi di spionaggio industriale per favorire le aziende americane contro quelle europeeí dice Bamford a Panorama. ÌDetto questo, il ruolo della Nsa in ogni crisi internazionale è talmente grande che la storia del dopoguerra non potrà essere scritta finché tutti i loro documenti segreti non saranno resi pubblicií.

Nel gergo dei servizi segreti l'Nsa si occupa di Sigint (intelligence elettronica), mentre il ruolo della Cia è relegato alla Humint (intelligence umana): ÌQuelli della Cia sono buoni solo a rubare documenti, al resto pensiamo da sempre noií dicono alla Nsa. È dalla Ìsituation roomí di Crypto City che era guidato il volo dell'aereo spia americano Ep3E-Aries 2 sequestrato dai cinesi. Ma mentre il mondo scopriva così il fenomeno della sorveglianza aerea i documenti segreti trovati da Bamford rivelano che nel dopoguerra sono stati abbattuti 40 aerei spia americani solo dai sovietici, con la perdita di 200 militari di equipaggio. E che il governo americano ha dato importanza prioritaria allo spionaggio elettronico ben prima che Harry Truman fondasse la Nsa nel 1952 (ne venne ammessa l'esistenza solo nel 1957).

I magnifici 13 dell'Intelligence Usa
Chi sono e di che cosa si occupano i servizi segreti americani

National security agency (Nsa),
spionaggio elettronico, decrittazione di comunicazioni.

Central intelligence agency (Cia),
il servizio di informazioni governativo.

National imagery and mapping agency (Nima),
mappatura geografica e spionaggio satellitare.

Federal bureau of investigation (Fbi),
polizia e servizio di informazioni federale.

Defense intelligence agency (Dia),
il servizio di informazioni della Difesa.

National reconnaissance office (Nro),
gestione dei satelliti spia.

Department of energy (Doe),
vigila sugli esperimenti nucleari e sull'uso delle fonti di energia.

Army intelligence,
il servizio di informazioni dell'esercito.

Air force intelligence,
il servizio di informazioni dell'aviazione.

Navy intelligence,
il servizio di informazioni della marina.

Marine corps intelligence,
il servizio di informazioni del corpo dei Marines.

Department of treasury,
il servizio di informazioni del Tesoro.

Department of State,
il servizio segreto che dipende direttamente dalla Casa Bianca.

Secondo documenti della Nsa gli americani fecero pressioni perché la conferenza di fondazione delle Nazioni Unite del 1945 si tenesse a San Francisco solo per potere spiare meglio l'attività dei delegati. E tra le immagini inedite che Bamford consegna alla storia c'è quella di 200 crittografi nazisti fatti arrivare alla fine della guerra a Londra per metterli al lavoro sui codici russi.

Sebbene gli esperti della Nsa fossero riusciti già a inizio anni Sessanta a decifrare i messaggi in codice di 40 paesi, l'impenetrabilità dei cifrari russi è secondo Bamford una delle grandi costanti della guerra fredda: nel 1956 aerei americani entrarono in formazione nello spazio aereo sovietico solo per riuscire a fotograre le postazioni russe nel corso di un'operazione segreta, nome in codice Home run, che rischiò di fare precipitare il conflitto atomico.

E quando nel 1960 i sovietici abbatterono un aereo spia U2 il presidente Dwight Eisenhower, che aveva ordinato l'operazione, arrivò a chiedere ai suoi consiglieri di mentire sotto giuramento: se i documenti che parlavano dell'operazione fossero stati scoperti, avrebbero portato all'Ìimpeachmentí.

Tra i piani più audaci nascosti negli archivi della Nsa c'è la cosiddetta operazione Northwoods messa a punto nel 1962 contro Fidel Castro. In caso di fallimento della missione spaziale di John Glenn il piano prevedeva di dare la colpa a interferenze elettroniche prodotte contro la navicella dai cubani. Che sarebbero stati accusati anche dell'abbattimento di un aereo della Cia mascherato da volo di linea, con tanto di funerale delle inesistenti vittime.

L'autore del piano, il capo di stato maggiore Lyman Lemnitzer, era pronto ad atti di terrorismo contro i cubani americani di Miami pur di trovare un pretesto per invadere Cuba: il presidente John Kennedy bocciò in blocco l'operazione. La prima vittima della guerra del Vietnam fu un agente della Nsa: la maggiore preoccupazione degli americani quando lasciarono Saigon fu di essersi lasciati dietro le macchine con cui avevano frantumato i codici del nemico. Nelle grandi crisi internazionali le orecchie elettroniche della Nsa non sono mai troppo lontane: durante la guerra tra Egitto e Israele del 1967, nel Mar Rosso c'era la nave spia Liberty. Venne affondata dagli aerei israeliani causando la morte di 34 americani. Secondo la versione ufficiale, si trattò di un incidente ma i documenti della Nsa scoperti da Bamford dimostrano che l'attacco fu premeditato: ÌGli israealiani stavano uccidendo civili egiziani a centinaia e non volevano che il mondo sapesseí.

All'epoca di quell'incidente lo staff della Nsa era ai suoi massimi storici: 95 mila persone.

Il fortino degli 007

La National security agency fu fondata nel 1952 dal presidente Harry Truman ed è l'ente che si occupa di cifrare e decifrare le comunicazioni per conto del governo statunitense. La Nsa ha sede a Fort Meade, nello stato del Maryland, e dà lavoro a ingegneri, fisici, linguisti, informatici, ricercatori e soprattutto matematici, sia civili sia militari. Il numero di dipendenti dell'agenzia è di circa 38 mila unità e il budget di circa 15 mila miliardi di lire l'anno, mentre la cifra totale che gli Usa investono in intelligence è di oltre 56 mila miliardi. Per legge il capo della Nsa deve essere un generale con almeno tre stelle, mentre i ruoli tecnologici sono coperti da civili.

Ma il fatto che ora sia più che dimezzato secondo Bamford non significa che l'agenzia sia meno importante: ÌLa Nsa è destinata ad avere un ruolo strategico sempre maggiore: la fine della guerra fredda ha aperto nuovi fronti e l'esplosione delle comunicazioni digitali ha moltiplicato le informazioni da esaminareí.

Proprio per questo macchine sempre più sofisticate fanno il lavoro che una volta era degli agenti: software come Dictionary traducono in pochi secondi da 152 lingue diverse, mentre altri programmi come Semantic tree si occupano di analizzare sequenze di parole sospette portando ai funzionari solo il materiale più interessante.

Per questo alla Nsa ora le assunzioni sono mirate: di recente hanno cominciato a lavorare nell'agenzia ex dipendenti della Cisco la cui specialita è mettere cimici nei Ìrouterí attraverso i quali passa il traffico di Internet. Una sola caratteristica dei dipendenti della Nsa è rimasta la stessa: ÌSi tratta di persone molto riservateí avverte Bamford. Lui di spie se ne intende: tra i suoi migliori amici c'era Bob Hanseen che ora rischia la pena di morte per avere lavorato dentro l'Fbi per conto dei russi. Che da lui volevano soprattutto i documenti prodotti dalla Nsa.