Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

1989 03 28 * La Repubblica * I RADICALI CRITICANO I TELEGIORNALI DELLA RAI

ROMA Ai radicali non è piaciuto il modo con cui i tre telegiornali della Rai hanno dato la notizia della manifestazione che il Pr ha inscenato il giorno di Pasqua in piazza San Pietro a Roma. Un'iniziativa che aveva tra gli altri obiettivi quello di invitare simbolicamente anche il papa che andrà in vista apostolica in Ungheria nel settembre del ' 91 al congresso del Pr che si terrà a Budapest dal 22 al 26 aprile. Sull'argomento è intervenuto ieri polemicamente il vice tesoriere del partito, Maurizio Turco. Non era la prima volta che andavamo a San Pietro ha detto Turco e mai eravamo stati rifiutati (la polizia ha infatti impedito ai manifestanti di arrivare fino in piazza, ndr). Anzi. Nell'85 il papa aveva perfino salutato la nostra presenza. Ieri ci siamo ritornati per salutare Giovanni Paolo II e le migliaia di persone presenti. Ma anche per far conoscere il nostro partito, per il diritto alla vita e per invitare tutti a Budapest per il nostro trentacinquesimo congresso. Eravamo sul marciapiede di via della Conciliazione con il nostro tavolo, con i nostri volantini e con uno striscione di 14 metri (sui cui era scritto anche tu a Budapest,ndr) alzato da trecento palloncini blu. Ma di questa nostra pacifica iniziativa continua Turco ecco come ne hanno parlato i telegiornali Rai: il Tg3 ha detto non è mancata la provocazione pannelliana. Per il Tg2 un gruppo di radicali è stato fermato dalla polizia e per il Tg1 non c'era nessuno...