Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2002 09 13 * l'Opinione - Come dire / Giù le mani dai detenuti, di Valerio Fioravanti

I radicali Maurizio Turco e Sergio D’Elia hanno emesso questo comunicato politicamente scorretto che non ha ripreso nessuno.“E’ una vergogna la partecipazione ai girotondi sulla giustizia di associazioni che operano anche all'interno delle carceri come Gruppo Abele, Antigone, Arci, Caritas, Ora d'Aria, e altre. È innegabile infatti che per diciotto degli ultimi venti anni sono stati i governi di centro-sinistra a riempire le carceri all’inverosimile, a maltrattare i detenuti, a istituire la tortura del 41 bis. Hanno fatto bene invece i detenuti dell’associazione Papillon, promotori dello sciopero in corso in oltre cinquanta carceri, a diffidare con decisione i girotondini dalle strumentalizzazioni. Risulta infatti che in questi giorni molti “indignati” stiano facendo visite nei penitenziari per “solidarizzare con le lotte dei reclusi”, i quali però attraverso Papillon ricordano a costoro di essere vittime da anni proprio del giustizialismo propugnato dai girotondisti. I detenuti non marciano coi boia e i torturatori!”.