Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2002-05-09_cons_stud_eu

CONSIGLIO STUDENTESCO EUROPEO
DEPOSITATA INTERROGAZIONE URGENTE ALLA COMMISSIONE EUROPEA SUL PARTENARIATO TRA L'UE E IL PROGETTO PILOTA "EU-STUDENT VOTE" PER L'ELEZIONE ONLINE DEL PRIMO "CONSIGLIO STUDENTESCO EUROPEO"

Bruxelles, 9 maggio 2002 - "Ho depositato ieri un interrogazione prioritaria nella quale si chiede alla Commissione europea informazioni sul partenariato tra l'UE e il progetto pilota "EU-Student Vote" (www.eusv.org) che organizza tra il 9 e il 23 maggio la prima elezione Europea online che "permetterà a milioni di studenti Europei di eleggere il primo Consiglio Studentesco Europeo che rappresenterà gli studenti nelle Istituzioni Europee." L'interrogazione è stata depositata a seguito dell'espulsione di una delle liste partecipanti alla competizione, "European Antiprohibitionist Students" (www.easyvote.tk), la quale ha, in una articolata denuncia, messo in evidenza che a causa dei meccanismi utilizzati vi è un reale pericolo di registrazioni false, ovvero che il sistema non garantisce se chi voterà ne avrà anche diritto. Inoltre, la lista denuncia l'assenza di possibilità di comunicazione tra elettori e candidati con la conseguenza che il primo, grande esperimento di elezione democratica on line sarà solo offline e non democratico. A seguito di questa denuncia, la lista "European Antiprohibitionist Students", pur essendosi regolarmente presentata, è stata cancellata dal sito web e di fatto espulsa dalla competizione elettorale e contemporaneamente è stato cancellato il forum di discussione tra gli studenti. Visto che l'Unione Europea è partner di questa iniziativa, nell'interrogazione si chiede di sapere quali sono i termini della partnership, ovvero se l'Unione finanzia il progetto pilota "EU-Student Vote" o uno dei suoi partner e quali forme di controllo ha esercitato o intende esercitare in quanto partner. Inoltre si chiede se l'Unione si è impegnata a dare, o intende dare, alcun tipo di riconoscimento formale, anche se simbolico, al "Consiglio Studentesco Europeo" che verrebbe eletto attraverso queste elezioni con le attuali procedure".