2003 01 15 * diritti umani * approvata relazione annuale sui diritti umani nell'UE: senza compromessi per l'Europa dei diritti civili, politici ed umani.

"La relazione annuale sul rispetto dei diritti umani nell'Unione europea, approvata oggi dal Parlamento europeo, denuncia per la prima volta i paesi dell'Unione che violano i diritti umani con la stessa forza con cui chiede ai paesi terzi il loro rispetto.
Cosi' come per la prima volta in un documento parlamentare viene denunciata la violazione del diritto all'informazione, riferita al caso italiano e del principio di legalità, riferita alla mancanza del plenum della Corte Costituzionale e della Camera dei deputati della Repubblica Italiana, fatti rispetto ai quali tutte le istituzioni politiche europee hanno seguito un rigido protocollo omertoso.
I deputati radicali ringraziano la relatrice Swiebel per avere fornito l'occasione di un dibattito e di un voto politico trasparente rifiutando il compromesso sulla pelle della libertà degli individui, fatto più unico che raro nel Parlamento europeo.
I deputati radicali sono onorati di aver contribuito con gli emendamenti ed il voto all'approvazione di questa risoluzione e si augurano che questa esperienza induca le forze politiche con le quali c'è convergenza sui temi dei diritti civili, politici ed umani ad abbandonare la via del compromesso e della concertazione a favore del confronto democratico."