Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2010 04 12 * Pedofilia clericale * Era una profezia e non una metafora quella di Paolo VI

Dichiarazione di Maurizio Turco, deputato radicale

A detta del Vaticano le "novità" odierne altro non sono che una sintesi di un documento (segreto) del 2003 che cercava di mettere mano, o meglio di manomettere lo scandaloso documento del 2001 dei cardinali Ratzinger e Bertone.

Da come curiali e gerarchi stanno gestendo le vicende della pedofilia clericale risulta del tutto evidente che le parole di Papa Paolo VI del 29 giugno del 1972 - "ho la sensazione che da qualche fessura sia entrato il fumo di Satana nel tempio di Dio" - non erano metaforiche ma profetiche.

E la trasmissione di Porta a Porta del 7 aprile su "il diavolo per mestiere" non deve essere vista come un tentativo di non parlare dei preti pedofili ma, di tutta evidenza, di andare al cuore del problema.

A differenza di Bruno Vespa noi non lo avevamo capito. Ma lui ha il vantaggio di essere stato inquilino dei proprietari del tempio di Dio.