Questo sito si avvale di cookie utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

2013 08 31 * Referendum - Per educarne uno ne colpiscono milioni

"Oggi Berlusconi ha firmato i 12 referendum anche quelli su cui non è d'accordo per "affermare il diritto degli italiani ad esprimersi con il voto".
E' una occasione d'oro per amplissimi settori del PD, per non dire di SEL e del M5S, per approfittarne e riuscire a votare la prossima primavera, tra l'altro, sulla legge sulla droga e quella sull'immigrazione, il divorzio breve, l'otto per mille e contro il finanziamento pubblico: leggi oggetto da parte loro di attenzione a dir poco critica.
E' una occasione d'oro per uscire fuori dalla logica che li ha sinora animati di considerare tollerabile l'effetto collaterale di milioni di vittime pur di "educarne uno". A cominciare dal loro essere contro l'amnistia che, come va sgolandosi la Ministra Cancellieri, è misura tecnica per riparare alla violazione dei diritti umani fondamentali che il Consiglio d'Europa ci addebita, a fronte delle innumerevoli sentenze della Corte europea dei Diritti dell'Uomo e della lentezza delle procedure giudiziarie che sin dagli anni 80 mettono in pericolo lo Stato di Diritto.
L'augurio è che non continuino a privilegiare i piccoli interessi di bottega a scapito degli interessi generali e colgano questa occasione magari pensando alle milioni di vittime, spesso generate dalla loro inazione, alle quali da decenni, commossi, chiedono di attendere giusto il tempo di educarne l'uno."